Home»Cultura geologica»A Che Serve Volare 2 – Otto incontri informali in Aerofototeca Nazionale – prossimo incontro 23.01.2020 Roma

A Che Serve Volare 2 – Otto incontri informali in Aerofototeca Nazionale – prossimo incontro 23.01.2020 Roma

Crediti APC: no

0
Condivisioni
Pinterest Google+

L’Aerofototeca Nazionale, presso Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione con sede in Via di S. Michele, 18 Roma, presenta “A Che Serve Volare 2 – Otto incontri informali in Aerofototeca Nazionale” nella giornata del 23 gennaio 2020, ore 17 – Ingresso Libero.

Il tema della giornata sarà: “L’apporto della ricognizione aerea negli anni ’70 -’80 per il controllo del territorio”; presentato da: Col.Pilota Giuseppe Del Duca, Aeronautica Militare.

Lo spunto per questo incontro è stato offerto dalla conoscenza diretta, nel 2018, di un pilota/fotografo militare già noto all’Aerofototeca Nazionale come autore di una serie di voli del 1973 sulla Sicilia.

L’origine militare, o puramente tecnica, delle fotografie aeree ha fatto sì che solo in rari casi sia nota l’identità di chi le ha scattate. Va persa così la possibilità di recuperare la storia “collaterale” dei voli, che pure è importante conoscere e dà un valore aggiunto alle immagini: dalla motivazione delle missioni di volo, al modo di pianificarle, ai racconti di vita operativa del pilota/fotografo, in una parola il contesto storico e umano in cui sono state prodotte le immagini.

Da qualche tempo l’Aerofototeca Nazionale sta recuperando e valorizzando le persone dietro le immagini conservate in archivio. Sono così usciti dall’anonimità la vita e l’operato di personalità spesso avvincenti, quali ad esempio P. Ducros, C. Del Lungo, J. T. Morgan, H. Ludwig, H. Diebold, E. Roth e Annalena Bugamelli, una delle rare donne pilota/fotografo.

Il col.pilota Giuseppe Del Duca, in forze negli anni ’70-’80 al 3° Stormo di Villafranca di Verona (celebre per gli appassionati di aeronautica come i “4 gatti”), ci racconterà la sua vita operativa e collocherà in contesto le splendide riprese aeree formato 24×48 dell’esondazione del fiume Salso, in Sicilia, da lui effettuate nel gennaio 1973 a bordo di un aereo RF-84F Thunderflash e oggi conservate in Aerofototeca Nazionale. Con l’occasione, tutte le strisciate di immagini siciliane sono state riprodotte da R. Felici dell’AFN.

Interverranno quindi Roberto Graciotti e Marco Pantaloni, geologi del Servizio Geologico d’Italia-ISPRA, per illustrare dal punto di vista geologico storico il drammatico evento alluvionale che il 1 gennaio 1973 ha interessato il bacino idrografico del fiume Salso. In particolare saranno descritte le peculiari forme morfologiche di erosione e di accumulo, tipiche della morfodinamica fluviale, ben rappresentate nelle immagini aeree riprese dal col. Del Duca durante il suo volo.

La seconda serie di “A che serve volare”, organizzata dall’Aerofototeca Nazionale, racconta temi e risultati di varie attività degli ultimi anni che ruotano attorno alle maggiori collezioni conservate in archivio.

Sito http://www.iccd.beniculturali.it/it/home

Articolo precedente

Nuova questione urbana e nuovo welfare. Call for papers

Articolo successivo

Roma Capitale - Lavori e progettazione definitiva ed esecutiva