A cura di Marina Fabbri

Regolamento regionale concernente lo snellimento delle procedure per l'esercizio delle funzioni regionali in materia di prevenzione del rischio sismico

 

Adottato il nuovo Regolamento regionale per le procedure in materia di prevenzione del rischio sismico

Con Deliberazione n. 375 del 5 luglio 2016, la Regione Lazio ha adottato il nuovo regolamento regionale per lo snellimento e la semplificazione delle procedure per l'esercizio delle funzioni regionali in materia di prevenzione del rischio sismico e di repressione delle violazioni della normativa sismica.

Con la medesima Delibera è stato abrogato il regolamento regionale 7 febbraio 2012, n. 2, che pertanto non è più vigente.

Il Regolamento stabilisce i criteri e le modalità di presentazione dei progetti di costruzioni in zona sismica, per la denuncia dell'inizio dei lavori, per l'autorizzazione da parte della competente struttura tecnica regionale, nonché per l'adeguamento delle costruzioni esistenti alla nuova classificazione sismica e per l'espletamento dei controlli.

Importante novità è il sorteggio, che  a seguito della revisione del Regolamento, è previsto venga fatto non più con cadenza mensile ma in maniera automatica e con cadenza  settimanale/quindicinale.

Con D.G.R. n.209 del 26 aprile 2016, la Giunta Regionale del Lazio aveva già adottato la nuova piattaforma informatica - denominata OPENGENIO - che sostituisce la piattaforma S.I.T.A.S. per la gestione delle richieste di autorizzazione sismica inviate alle Aree del Genio Civile. Restano valide per I'accesso le medesime credenziali già in uso con il S.I.T.A.S.

D'ora in poi le richieste di autorizzazione sismica, ai sensi degli artt. 93 e 94 del D.P.R. 380/01, dovranno pervenire esclusivamente utilizzando OPENGENIO. La nuova piattaforma si allinea alle migliorie introdotte con il nuovo Regolamento ed ai servizi di assistenza agli utenti:  http://opengenio.lavoripubblicilazio.it/

 

Regolamento


Considerando che per il pregresso si applica ancora quanto previsto dalla D.G.R. Lazio n. 10/2012, Regolamento regionale concernente lo snellimento delle procedure per l'esercizio delle funzioni regionali in materia di prevenzione del rischio sismico, si riportano i dispositivi normativi non più vigenti dal 15 luglio scorso.

 

Sorteggio dei progetti sottoposti al controllo 

Con l’entrata in vigore del "Regolamento Regionale concernente lo snellimento delle procedure per l'esercizio delle funzioni regionali in materia di prevenzione del rischio sismico", di cui alla D.G.R. 10/2012, il sorteggio dei progetti sottoposti a controllo viene effettuato, mediante una procedura informatica, da un’apposita commissione istituita presso la direzione regionale competente in materia di infrastrutture, entro la prima decade di ogni mese.

La commissione di sorteggio di cui al comma 2 del suddetto regolamento, nominata con decreto del Presidente della Regione, dura in carica tre anni, è validamente costituita con la maggioranza dei componenti designati, delibera con la maggioranza assoluta dei presenti ed è composta da:

a) il direttore regionale competente in materia di infrastrutture con funzioni di presidente, o suo delegato;

b) i dirigenti delle aree del genio civile regionale, o loro delegati;

c) un ingegnere, un architetto, un geologo, un geometra, un dottore agronomo o forestale, un perito agrario, un perito industriale edile designati dai rispettivi consigli nazionali tra gli iscritti nell'ambito della Regione;

d) un segretario individuato tra i dipendenti della direzione regionale competente in materia di infrastrutture.

Rappresenta questo Ordine Professionale il Vicepresidente Marina Fabbri, designata dal Consiglio Nazionale e nominata componente della suddetta commissione con Decreto del Presidente della Regione Lazio del 12 marzo 2012, n.114, successivamente confermata con Decreto n. T00089 del 07 maggio 2015.

L’Ordine dei Geologi del Lazio, in collaborazione con l'Assessorato alle Infrastrutture, Politiche Abitative e Ambiente-Direzione Regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative, grazie al Direttore nonché Presidente della suddetta Commissione, Ing. Mauro Lasagna, mette a disposizione degli iscritti il verbale mensile di sorteggio, redatto ai sensi dell'art. 3 del suddetto regolamento, pubblicandolo sul sito appena redatto.

 

Verbali 2016

Verbali 2015

Verbali 2014

Verbali 2013

Verbali 2012


Revisione del Regolamento per le autorizzazioni sismiche

Prima proposta

Dopo i primi sei mesi di applicazione del Regolamento Regionale n. 2/12 è stata avviata una procedura di revisione del Regolamento stesso.

L'Ordine dei Geologi del Lazio ha trasmesso alla Direzione Regionale Infrastrutture un proprio documento contenente le proposte di modifica al Regolamento Regionale di snellimento delle procedure di autorizzazione sismica (DGR 10/12), predisposte a seguito di incontri con gli iscritti e contenenti le proposte di modifica inviate dagli stessi.

Seconda proposta

Il 23 luglio scorso, la Direzione Regionale Infrastrutture Ambiente e Politiche Abitative della Regione Lazio ha presentato una propria proposta di revisione del Regolamento regionale n. 2/2012 di cui alla DGR 10/2012.

Il documento ha in parte recepito le osservazioni trasmesse nel Maggio 2013 dall'Ordine dei Geologi del Lazio, alla medesima Direzione Regionale.

Il 4 settembre scorso, presso la Regione Lazio - Sala Tirreno, si è tenuta una seconda riunione con tutti gli Ordini ed i Collegi di indirizzo tecnico del Lazio interessati, per proseguire le attività di rivisitazione del Regolamento Regionale n. 2/12, di cui alla DGR 10/2012, in materia di snellimento delle procedure per le autorizzazioni sismiche.

Nel corso dell’incontro, presieduto dal Direttore Ing. Bruno Placidi, e presenti i Dirigenti Ing. Orlando Maiolo, Ing. Wanda D’Ercole e Ing. Angelo Panarello, rispettivamente dell’Area Genio Civile di Roma Città Metropolitana, Lazio Nord e Lazio Sud, l'Ordine dei Geologi del Lazio è risultato essere l'unico partecipante al tavolo ad aver prodotto nei tempi concordati le proposte emendative al documento elaborato dalla Direzione Regionale Infrastrutture. In mancanza degli emendamenti proposti dagli altri Ordini e Collegi professionali dell’area tecnica, non è stato pertanto possibile prendere visione della versione finale del testo del nuovo Regolamento in via di approvazione.

In allegato i documenti presentati da questo Ordine alla Direzione Regionale Infrastrutture, redatti anche in base alle segnalazioni ricevute da parte degli iscritti.

Proposta di revisione regionale 2014

Lettera trasmissione

Regolamento agosto 2014

Allegato C agosto 2014



home professione S.I.T.A.S. - sistema informatico trasparenza autorizzazioni sismiche